Comune di Istrana

Elenco Servizi

SERVIZI ATTIVI COMUNE DI ISTRANA:
 

SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE
Il Servizio Sociale opera per sostenere l'individuo o il nucleo familiare in situazione di disagio, aiutandolo a valorizzare e sviluppare le risorse personali e familiari; a fronte della segnalazione o della richiesta, l'assistente sociale effettua una valutazione tecnica della situazione personale, familiare ed economica del caso e definisce un progetto sociale individualizzato, proponendo accompagnamenti ad altri enti o servizi competenti, prestazioni diversificate e flessibili, attivazioni di servizi rispondenti ai bisogni o eventuale intervento economico non continuativo purché finalizzato alla realizzazione del progetto sociale individuato e concordato o condiviso attraverso l'attivazione di prestazioni e servizi flessibili.

SEGRETARIATO SOCIALE
Al Servizio di segretariato sociale possono rivolgersi i cittadini per avere un primo orientamento sui servizi offerti dal Comune e dal territorio in ambito sociale.
I Servizi Sociali svolgono attività di informazione sulle prestazioni erogate dal Comune e su tutte le risorse del sistema sociale presenti nel territorio, compresi i servizi competenti per il territorio del Comune di Istrana quali il Distretto Sociosanitario n. 2 di Paese, l'Azienda U.L.S.S. n. 9, la Provincia di Treviso e la Regione Veneto.
Il Servizio è organizzato sia nella forma tradizionale di sportello al pubblico, sia avvalendosi di altri mezzi quali comunicazione postale, telefonica, telematica e l'affissione di avvisi nelle bacheche comunali e nei pubblici esercizi.
 
SOSTEGNO ECONOMICO IN BASE AI PARAMETRI PREVISTI DAL
REGOLAMENTO 

 
Indicatore della situazione economica equivalente(ISEE)
L'indicatore della situazione economica equivalente misura la capacità economica dei nuclei familiari tenendo conto del loro reddito, del patrimonio e delle particolari caratteristiche del nucleo stesso (numero componenti, presenza di disabili, contratto di locazione o mutui). Il calcolo dell'ISEE è necessario per tutti i richiedenti una prestazione, un Servizio socio-assistenziale, un contributo per il cui accesso, attribuzione o erogazione è prevista una valutazione della situazione economica familiare.

Come si ottiene?

Per il calcolo dell'ISEE i cittadini possono rivolgersi ai CAAF convenzionati con l'INPS (gestore della banca dati sull'ISEE) presenti sul territorio (o ad altri di propria fiducia)

Il servizio è gratuito
 
SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

 
SERVIZIO DI TELESOCCORSO
Il Servizio è rivolto agli anziani, in particolare quelli che vivono da soli, ed alle altre persone affette da patologie con rischio di improvvisa crisi. È un Servizio di rilevazione di richieste d'aiuto attraverso un collegamento telefonico, attivo 24 ore su 24, fra l'abitazione e una società specializzata. Il Servizio prevede anche un'attività di monitoraggio telefonico settimanale per tutti gli utenti in carico finalizzato ad instaurare un rapporto con l'utente.
Il Servizio è gratuito
Modulo Domanda
 
SERVIZIO PASTI CALDI A DOMICILIO
Il Servizio di consegna pasti caldi al domicilio è rivolto a persone che si trovano in condizioni iniziale non autosufficienza legata alla preparazione del pasto ma che ancora sono in grado di condurre in modo abbastanza autonomo il resto della vita quotidiana. Il Servizio consiste nella consegna di un pasto caldo completo direttamente a domicilio dell'utente, solo per il pranzo. Obiettivo non secondario è quello di sollevare in parte la famiglia dal carico assistenziale e supportarla nell'intento di evitare situazioni di pericolo legate alla cucina e alla preparazione dei pasti da parte di persone non più completamente affidabili.
L'interessato deve rivolgersi alle Assistenti Sociali del Comune e presentare apposita domanda. L'assistente sociale valuta il caso e attiva l'intervento previa definizione di un progetto personalizzato concordato con l'affidatario del Servizio.
Il Servizio è a pagamento. La quota a carico dell'utente per l'anno 2011 è pari a € 7,00 per tutti i richiedenti il Servizio.
Modulo Domanda

SERVIZIO CONSEGNA FARMACI A DOMICILIO
Modulo Domanda
 
ASSEGNO DI CURA
Il beneficio è destinato a sostenere la famiglia nel proprio carico di cura di una persona convivente non più autosufficiente. L'assegno di cura è un contributo economico regionale destinato alle famiglie che si impegnano ad assistere a casa, affrontando costi e sacrificio, persone non autosufficienti che altrimenti dovrebbero affidarsi a strutture di ricovero. L'obiettivo di questo intervento regionale istituito con D.G.R. n. 4135 del 19.12.2006 è dunque la promozione della domiciliarità e la riduzione del ricorso ai ricoveri in strutture residenziali. L'ammontare dell'assegno di cura è variabile in base alla situazione economica del richiedente valutata sull'Attestazione ISEE in corso di validità relativa al nucleo familiare della persona non autosufficiente e al livello di bisogno della persona non autosufficiente e della famiglia.
Il richiedente (familiare o direttamente la persona non autosufficiente) deve presentare la richiesta all'Ufficio Servizi Sociali allegando l'Attestazione ISEE in corso di validità (sarà compito dell'Assistente Sociale e del medico di base effettuare la valutazione con apposita scheda fornita dalla Regione Veneto). La Regione stabilisce annualmente i parametri economici per l'accesso al contributo.
Modulo Domanda

AGEVOLAZIONI TARIFFA RIFIUTI :SERVIZIO SPECIALE SOLIDARIETA’,FAMIGLIA ECOSOSTENIBILE
Sono previste delle agevolazioni nei casi in cui l'utente si trovi in una particolare situazione sanitaria (incontinenza, dialisi, stomatizzazione) a causa della quale produce rifiuto secco che per quantità e qualità comporta a carico dell'utente stesso o dei familiari conviventi, un costo elevato. Le patologie devono essere documentate da un certificato medico. Il richiedente deve trovarsi in situazione di disagio economico valutabile attraverso la presentazione dell'Attestazione ISEE in corso di validità. L'agevolazione consiste in una riduzione della tariffa asporto rifiuti. Al richiedente verrà consegnato presso l'ecosportello del Consorzio Contarina uno speciale contenitore per la raccolta del rifiuto secco prodotto (pannoloni, sacche, ecc.) a seguito della sua particolare condizione sanitaria. La tariffa variabile a carico dell'utente, applicata in relazione agli svuotamenti di tale contenitore speciale viene ridotta ad un terzo.
La domanda deve essere presentata compilando l'apposito modulo disponibile presso i Servizi Sociali del Comune.
Modulo Domanda

ASSEGNO DI MATERNITA’
Il beneficio è concesso dal Comune ed erogato dall'INPS a sostegno della nascita di un figlio, di un'adozione o di un affidamento pre-adottivo. Il contributo è concesso alla madre che abbia avuto un figlio o abbia avuto un bambino in affidamento pre-adottivo o in adozione senza affidamento e che non sia beneficiaria di altri trattamenti previdenziali o economici per la maternità. La donna deve essere di cittadinanza italiana, comunitaria o extracomunitaria in possesso della carta di soggiorno. Per l'accesso all'assegno è previsto un limite ISEE.
Compilando l'apposito modulo presso i Servizi Sociali del Comune entro 6 mesi dalla data del parto o dall'ingresso in famiglia del minore in affidamento o adozione.
 
ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE NUMEROSO
Il beneficio è concesso alle famiglie di cittadinanza italiana o comunitaria residenti nel Comune con tre o più figli minori a carico. Per l'accesso all'assegno è previsto un limite ISEE. Il contributo è quantificato annualmente su 13 mensilità, è concesso dal Comune ed erogato dall'INPS.
La domanda deve essere presentata ai Servizi Sociali del Comune entro il 31 gennaio dell'anno successivo a quello a cui fa riferimento l'assegno. La domanda deve essere rinnovata annualmente.


BONUS ENERGIAE GAS
Informazioni

BONUS FAMIGLIE NUMEROSE  E FAMIGLIE CON PARTI TRIGEMELLARI D.G.R. 1360 del 03/08/2011
Modulo Domanda
 
SOGGIORNI CLIMATICI E TERMALI
Modulo Domanda
 
FONDO SOCIALE AFFITTI 2009/2010
Contributo economico regionale rivolto ai cittadini residenti nel Comune di Istrana in possesso dei requisiti previsti dal bando che annualmente viene definito dalla Regione Veneto tra i quali: reddito basso valutato sulla base dell'attestazione ISEE in corso di validità e titolarità di contratto di locazione regolarmente registrato.
Gli interessati potranno presentare la domanda ai CAAF convenzionati con il Comune di Istrana nel periodo di pubblicazione del bando con le modalità e i termini in esso stabiliti.
Modulo Domanda

ASSEGNO DI SOLLIEVO
Il Servizio è rivolto ai nuclei familiari in cui sono presenti persone anziane, diversamente abili o non autosufficienti, che presentino un'invalidità totale con diritto all'indennità di accompagnamento e che necessitino di assistenza continuativa e specifica. Si tratta di benefici elargiti dalla Regione con la collaborazione del Comune e dell'U.L.S.S:
L'Assegno di Sollievo è un contributo economico che viene erogato direttamente dall'U.L.S.S. alle famiglie, sulla base di una graduatoria semestrale, per un periodo massimo di tre mesi nel semestre di riferimento;
Il Buono di Servizio consiste nella compartecipazione da parte dell'U.L.S.S. alla spesa di ricovero temporaneo di persone anziane o disabili, in condizione di non autosufficienza, per un periodo massimo di trenta giorni.
La domanda va presentata all'Assistente Sociale del Comune entro i termini e con la documentazione allegata prevista dal Bando della Regione. La richiesta verrà valutata e discussa in sede di Unità Valutativa Multidisciplinare Distrettuale.
 
BARRIERE ARCHIETETTONICHE
Sono previsti dei fondi regionali destinati a finanziare parzialmente lavori volti al superamento delle barriere architettoniche in edifici privati, edifici e spazi privati aperti al pubblico, acquisto ed installazione di ausili ed attrezzature in edifici privati, adattamento di mezzi di locomozione privati, con lo scopo di promuovere la vita sociale e la partecipazione alle attività sociali e produttive, eliminando ogni ostacolo che impedisca la loro attività di integrazione.. Tali interventi sono rivolti alle persone con impedita o permanente ridotta capacità motoria.
La domanda va presentata presso i Servizi Sociali del Comune prima dell'inizio dei lavori oppure dell'acquisto degli ausili. L'erogazione del contributo avviene dopo l'esecuzione dell'opera, previo accertamento dell'effettuazione dell'opera o dell'acquisto dell'ausilio e verifica della spesa sostenuta.
 
INSERIMENTO CASA DI RIPOSO
Servizio rivolto agli anziani non autosufficienti che abbiano superato i 60 anni e che risiedano nel Comune di Istrana. Si tratta di un Servizio residenziale di ricovero di persone non autosufficienti, sia temporaneo che definitivo, presso una tra le diverse strutture presenti nel territorio dell'Azienda U.L.S.S. n. 9 di Treviso. scelta dall'interessato o dalla famiglia Oltre ai ricoveri definitivi o temporanei, in alcune case di riposo è disponibile il Servizio di centro diurno per accoglienza giornaliera dell'anziano anche 7 giorni su 7.
L'accesso alle strutture per anziani non autosufficienti è regolato da apposita normativa regionale, Le strutture sono convenzionate con l’ULSS per gli aspetti sanitari. Le persone non autosufficienti o loro familiare/tutore, posso presentare la richiesta al Distretto Sociosanitario n. 2 di Villorba anche tramite l’Ufficio di Servizio Sociale comunale per l’attivazione dell’Unità Valutativa Multidimensionale (U.V.M.D.); la commissione valuta la persona sotto gli aspetti sanitari, cognitivi e funzionali, familiari, economici ed abitativi e assegna un punteggio per l’i nserimento in graduatoria per l'accesso alle case di riposo prescelte.
Il Servizio è a pagamento e prevede una retta mensile variabile a seconda della tipologia del ricovero e a seconda della tariffa giornaliera definita dalla singola struttura. Per le persone valutate non autosufficienti dall'U.V.M.D. è previsto un contributo giornaliero dalla Regione Veneto riferito alle prestazioni sanitarie convenzionate mentre resta a carico della famiglia il pagamento della quota alberghiera.
Per le persone autosufficienti la domanda deve essere presentata direttamente alla struttura di ricovero e la retta di soggiorno nella struttura è totalmente a carico dell'ospite senza beneficiare del contributo della Regione Veneto.
 
 
CONTRIBUTI PER GLI EMIGRANTI CHE RIENTRANO IN VENETO
Interventi economici destinati a cittadini italiani, nati nel Veneto o che vi abbiano avuto la residenza per almeno tre anni prima dell'espatrio e che abbiano risieduto all'estero per almeno cinque anni consecutivi. Il contributo può essere concesso anche ai coniugi e ai discendenti fino alla terza generazione dei soggetti sopra descritti. Sono previste diverse tipologie d'intervento a favore dei veneti emigranti che rientrano in Italia al fine di favorire il loro reinserimento nella comunità. In particolare vengono finanziate dalla Regione attraverso il Comune le spese per il rientro e per eventuali costi di prima sistemazione (viaggio, trasporto, trasloco, ecc.).
La domanda deve essere presentata all'Assistente Sociale del Comune entro i due anni dal rientro.
 
AUTORITA’ D’AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE VENETO ORIENTALE
Informazioni