Regione Veneto

Piano comunale delle acque

L’Amministrazione ha avviato la fase di redazione del piano comunale delle acque, uno strumento che si inserisce in un più ampio quadro normativo, attraverso cui l’ente Provincia affianca ciascun Comune per la formulazione e redazione di politiche di gestione del territorio, in rapporto ai propri corsi d’acqua, più lungimiranti e sostenibili. Un importante strumento strategico con il quale il Comune, assieme ai Consorzi di Bonifica, si prepara per l’adozione di un’accurata pianificazione delle attività relative alla rete idrografica di propria competenza con azioni di riqualificazione ambientale, manutenzione e monitoraggio dei corpi idrici.
 
I principale obiettivi del Piano delle acque sono:
  • Salvaguardare la sicurezza di cose e persone;
  • Prevenire alterazioni della stabilità dell’ambiente fisico e naturale;
  • Migliorare il controllo delle condizioni di rischio idraulico;
  • Promuovere un riassetto idraulico complessivo del territorio attraverso interventi di difesa attiva volti ad incrementare la capacità di invaso diffusa dei suoli;
  • Armonizzare la pianificazione e la programmazione dell’uso del suolo con la pianificazione delle opere idrauliche ed al riassetto delle reti di bonifica attuati dagli enti competenti e stabilire a riguardo specifiche direttive per la formazione dei PAT/PATI.
 
L’elaborazione del piano delle acque si attuerà attraverso le seguenti fasi:
Parte conoscitiva, finalizzata alla raccolta ed alla elaborazione delle informazioni di carattere idrologico ed idrografico disponibili, utili a caratterizzare l’attuale situazione idraulica del territorio comunale;
Parte di analisi idrologico-idraulica, volta alla caratterizzazione del comportamento idrologico-idraulico del territorio in corrispondenza ad eventi pluviometrici notevoli e caratterizzati da tempi di ritorno significativi.
Parte propositivo/progettuale, finalizzata all’indicazione degli indirizzi di base e alla definizione di massima degli interventi necessari per la difesa idraulica e la mitigazione del rischio;
Parte regolamentare, finalizzata alla individuazione di titolarità e competenze gestionali delle vie d’acqua, alla definizione degli obblighi di manutenzione delle stesse ed alla precisazione delle regole da osservare negli interventi edilizi ed urbanistici da eseguirsi in prossimità dei corsi d’acqua.
 
Si coglie l’occasione per coinvolgere i cittadini nella elaborazione del piano dando possibilità al cittadino stesso di formulare segnalazioni di eventuali criticità e/o suggerimenti, utilizzando il seguente indirizzo mail g.voltarel@comune.istrana.tv.it con il seguente oggetto “PROPOSTA PER PIANO DELLE ACQUE”
torna all'inizio del contenuto